Più di 750.000 “predatori” sessuali a caccia di bambini, sono connessi a internet in modo continuativo * 40 milioni di bambini nel mondo sono vittime di abusi sessuali: 1 bambina su 4 e 1 bambino su 9 hanno subito qualche forma di abuso sessuale prima di compiere i 18 anni

venerdì 26 marzo 2010

New York Times: pedofilia nel clero

Il new-york-times scopre l’acqua calda!!!

Che episodi di pedofilia all’interno della chiesa siano stati oscurati con il consenso del papa era già stato riportato da molti sede del New York Times contenitori d’informazione, certo, che finalmente a farlo sia un colosso come il new-york-times può solo farci piacere, speriamo che molte persone si rendano conto finalmente che la pedofilia nella chiesa è una realtà pericolosa, che il rischio che i nostri figli possano trovarsi tra le grinfie di un prete pedofilo è molto alto. I media, i tg, i grandi quotidiani d’informazione adesso parlano e scrivono sulla vicenda specifica di padre LawrePadre Lawrence Murphynce  Murphy sacerdote del Wisconsin, ma di episodi simili ce ne sono altri, dove Ratzinger propizia l’oscuramento degli abusi sessuali compiuti dai sacerdoti. Da questo blog, in riferimento all’ articolo “PEDOFILIA NEL CLERO – Irlanda” oltre al comportamento difensivista verso i preti irlandesi come attuale papa, si ricorda, di quando ancora cardinale, approvò un risarcimento alle famiglie dei bambini Benedetto XVI abusati in Texas, in cambio del silenzio, un risarcimento economico da sfamare tutta l’Africa x un anno. Nel 2001, quando il papa era cardinale, nonché prefetto della Congregazione per la fede, ex Sant'Uffizio, ordinò, con una lettera, ai vescovi di tutto il mondo, pena la scomunica, il segreto da opporre alle inchieste giudiziarie sui preti pedofili, investigare in silenzio, archiviare, secretare. Con questa lettera Ratzinger cercava di arginare l'inchiesta sul potentissimo Padre Maciel Degollado Maciel Degollado, messicano, fondatore dei Legionari di Cristo, accusato di pedofilia dai suoi ex allievi. Il processo si era aperto in Texas nel 1997. Pubblici persino alcuni stralci di testimonianze, come quella di padre Juan, ex seminarista di Degollado: «Quante volte mi svegliava nel Padre Juan cuore della notte e abusava della mia innocenza. Notti di paura, notti di assoluto terrore». Ratzinger scrisse (con perfetto rigore) che «casi del genere sono soggetti al segreto pontificio». Scrisse che si sarebbe dovuta aspettare la maggiore età delle vittime e poi altri 10 anni prima di rivelare le accuse. Raccomandava cautela. Minacciava scomuniche. Secondo l'avvocato texano Daniel Shea, si trattava di indicazioni così perentorie da costituire un «intralcio alla giustizia», reato che la legge americana considera assai grave.Alcuni giornali riportarono la notizia, ma il potere del vaticano riuscì ad insabbiare tutto, cosa che sanno fare sempre molto bene.preghiera

A proposito del sopra citato avvocato Daniel Shea, ricordiamo che era già conosciuto per aver scoperto negli archivi vaticani, (in pieno scandalo preti pedofili in America), un documento in latino risalente al 1962, con tanto di sigillo di Papa Giovanni XXIII, che fu spedito a tutti i vescovi del mondo per istruirli a tenere ben nascosti i casi di violenza sessuale all'interno della Chiesa». cardinale Bernard Law

 Ricordiamo anche il cardinale Bernard Law, fautore di aver risarcito le vittime degli adusi sessuali di decine di prelati di Boston, con l'intero gettito dei fedeli, che lasciavano la loro elemosina con l’intento di aiutare i poveri e non di certo gli stupri dei preti. Bernard Law venne rimosso dalla carica di arcivescovo di Boston, ma in breve tempo arrivò tra le braccia amiche del vaticano, direttamente a Roma, come arciprete a Santa Maria Maggiore.il male nel clero

Il vaticano, è uno Stato, sito all’interno  dei confini italiani, ma extraterritoriale, gode di una sua giurisdizione, e vorrebbe che tutti i casi di pedofilia commessi dai suoi sacerdoti vengano sottoposti a questa, anche se commessi fuori dal suo territorio, purtroppo la Santa Sede in qualità di Stato sovrano ha tutto il diritto di chiedere l'immunità come previsto dalla legge internazionale. In breve, stanno cercando di difendere i preti che stuprano i bambini, non permettendo alla legge di condannarli.stop spiritual violence

Il vaticano ha sempre provveduto ad evitare gli scandali, proteggendo i colpevoli senza mai accusarli pubblicamente (solo nel caso fosse impossibile nascondere ulteriormente le loro violenze), senza mai condannarli, anzi spesso rimettendoli in un ruolo a contatto con bambini. Il potere della chiesa cattolica ha zittito tutti i grandi organi d’informazione, in modo che la maggior parte dei fedeli non immaginasse assolutamente che possano esistere preti pedofili, immaginiamo se un fedele sapesse che le sue donazioni finiscono nel risarcimento alla famiglia di un bambino stuprato.cell-ibate

Tutto questo è sempre più lontano dal verbo divino che la chiesa deve propagare, la cristianità, il credo nella parola di Gesù, la fede, non deve essere messa in dubbio dentro di noi a causa di questi episodi (chiaramente mi riferisco ai cristiani), nella chiesa ci sono molti grandi preti, spesso sono quelli meno titolati, sono quelli più perseguitati, confinati, ma esistono, sono la parte divina, che divulga la parola di Nostro Signore.

Alleghiamo video dell’intervista dopo il fermo agli attivisti giunti dagli Usa per protestare contro Ratzinger e le coperture ai preti pedofili (in inglese)     x vedere il videovedi il video

Alleghiamo anche un'intervista pubblicata il 13 marzo 2010 dal quotidiano "Avvenire" al "Promotore di Giustizia" della Congregazione per la Dottrina della Fede, Monsignor Charles J. Scicluna, sull'attività investigativa e giudiziaria della Congregazione sui "Delicta graviora" che includono i reati di pedofilia compiuti da membri del clero. x leggere l’intervista leggi intervista

Concludendo vogliamo rendere noto che riceviamo in continuazione messaggi di sostegno e di incoraggiamento a continuare questa nostra lotta contro la pedofilia, oltre a ringraziare tutti ci teniamo a dirvi che i vostri apprezzamenti ci danno la forza di continuare questo duro lavoro, che impegna tutto il nostro tempo libero. Grazie di cuore

firma 


1 commenti:

佩怡 29 marzo 2010 13:40  

It may be that your sole purpose in life is simply to serve as a warning to others.............................................

RISULTATI SONDAGGIO CASTRAZIONE CHIMICA

Risultati del sondaggio con votazione sulla castrazione chimica:

SI alla castrazione chimica 38%

NO alla castrazione chimica 6%

contrario alle punizioni corporali 5%

meglio la castrazione totale 51%

Risultati del sondaggio con votazione sul bracciale elettronico imposto ai pedofili:

SI 92%
NO 02%

AIUTIAMO MARIAPIA A RIAVERE LE SUE BAMBINE

Ci associamo a questa iniziativa proposta dal gruppo: MOVIMENTO CIVILE CONTRO LA PEDOFILIA - GLI ATTIVISTI, ricevuta da Monia Lorenzetti in favore di Maria Pia e le sue bambine



RAGAZZI INVIAMO OGNI 8 DEL MESE QUESTO MESSAGGIO ALLE AUTORITA’ ITALIANA/BELGA PER AIUTARE MARIA PIA A RIAVERE LE SUE BAMBINE, RAPITE DAL PADRE CHE CON IL NONNO ED ALTRE SPREGEVOLI PERSONE ABUSA DI LORO.



LA BOZZA MAIL DA INVIARE E’:

Sono stato(a) informato(a), via internet, della vicenda della Signora MAOLONI Maria-Pia e delle sue due bambine, Fiona e Milla ANTONINI.

Sono scioccato(a) di sapere che queste due bambine, rapite in Italia, sono oggi, sequestrate in Belgio e affidate alla loro famiglia paterna, sospettata di abusi sessuali .

Sono più di 1148 giorni (3 anni) che la loro mamma, MAOLONI Maria-Pia, rimane senza notizie delle sue bambine. Per altro, la famiglia materna che risiede in Belgio non può nemmeno avere dei contatti con Fiona e Milla, le loro nipotine.

Le devo dire che ho delle difficoltà a capire questa situazione e la domanda che le faccio e’ :

Per quale motivo Fiona e Milla sono state private di qualsivoglia contatto sia con la loro mamma sia con la loro famiglia materna, e perché questa situazione perdura da cosi tanto tempo ?

Voglio sperare che Lei mi potrà aiutare a capire e a rispondere a questa domanda.



Distinti saluti.



COGNOME e NOME



GLI INDIRIZZI A CUI MANDARLA:

taoufik.bensaida@cfwb.be ;spj.mons@cfwb.be ;dgde@cfwb.be ;110@childfocus.org ;jacques.barrot@ec.eeuropa.eu ;stefaan.declerck@just.fgov.be ;laetitia.lambot@cfwb.be ;info@laurette-onkelinx.be ;info@wathelet.fed.be;info@diplobel.fed.be;infodesk@ohchr.org;cbu@unicef.be ;brussels@unicef.org ; amnestynews@amnesty.fr; webmestre@amnesty.fr ;EO@ombudsman.europa.eu; drozenberg@liguedh.be; ldh@liguedh.be ;urgent-action@ohchr.org ; tb-petitions@ohchr.org; 1503@ohchr.org; epbrussels@europarl.europa.eu;roseline.demoustier@just.fgov.be; jean.gautier@diplobel.fed.be; andrew.drzemczewski@coe.int;eo@ombudsman.europa.eu; cdcj@coe.int ; rapt-parental@just.fgov.be ;kinderontvoering@just.fgov.be ;otp.informationdesk@icc-cpi.int ;contact@ajefrance.com;francesco.crisafulli@esteri.it; segreteria.bruxelles@esteri.it; ambbruxelles@esteri.it;segreteria.mons@esteri.it; segreteria.frattini@esteri.it; dgit4@esteri.it; autoritacentrali.dgm@giustizia.it;segrpart.dag@giustizia.it; vicecapodipartimento.dag@giustiziacert.it; giovannipaolo.nuvoli@giustizia.it;segreteria.dgcivile.dag@giustizia.it;










PEDOFILIA IN ITALIA le cifre

Sono 854 ogni anno i bambini scomparsi in Italia dal 1996, più di due al giorno, di cui 380 non sono ancora stati trovati . Sette bambini su mille subiscono violenze, mentre due milioni sono nel mondo i piccoli schiavi del sesso, venduti dai duecento ai mille dollari l'uno. Due bambini al giorno in Italia sono oggetto di abusi sessuali. Negli ultimi quattro anni le violenze su minori sono cresciute di oltre il 90%, passando da 305 nel '96 a 470 nel '97 a 534 nel '98 fino a 586 nel 1999. Mille i processi svolti per reati le cui vittime sono bambini abusati e maltrattati, per un terzo sotto i tre anni. Nella metà dei casi si tratta di violenze sessuali, seguite da abuso fisico (33 %), trascuratezza (21,8%) e abuso psicologico (19,8%). Ma si stima che i casi di pedofilia in Italia siano 21000 all'anno. E la nuova frontiera Internet ? Sono 7650 i siti pedofili identificati e censurati nel 1999, il 55% negli Stati Uniti, il 13% nell'est europeo, il 5% in medio oriente. Ma si stima che possono essere 10 volte tanto. 300 sono le organizzazioni pedofile che si definiscono "culturali", 15 in Italia. Il mercato on-line della pedofilia ha un giro d'affari di oltre 5 miliardi di dollari: solo il settore delle videocassette frutta 280 milioni di dollari. Una foto costa in media 30 dollari ma arriva facilmente a 100 per le violenze e le scene con animali.
Dati: Censis, Telefono Azzurro, Criminalpol

  © Blogger templates The Professional Template by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP